Maggio 10, 2021

10 cartoni che hai amato e adesso puoi rivedere gratis (per un mese)

By admin

Diciamocelo senza ipocrisie: gran parte della nostra infanzia la abbiamo passata davanti alla televisione e, nonostante i rimproveri dei nostri genitori, a guardare decine e decine di cartoni animati giapponesi. Ricordiamo ancora le sigle parola per parola e potremmo cantarle e continuano a emozionarci.

Però nell’era dei canali tematici e delle serie TV ci risulta difficile ritrovare cartoni di cui abbiamo visto e rivisto tutte le puntate e che invece vorremmo rivedere.
Almeno questo succede a noi di devoaverli.com.

Per fortuna in redazione abbiamo il nostro nerd, Gianni, che riesce sempre a stupirci con i suoi consigli. Così gli abbiamo fatto stilare la lista dei 10 migliori cartoni animati giapponesi che possiamo rivedere su Prime Video a cui potete abbonarvi approfittando del mese gratis di prova cliccando qui.

Iniziamo?

Conan il ragazzo del futuro

Conan – il ragazzo del futuro è una serie avventurosa e romantica e fu diretta, pensate un po’, da un giovanissimo Hayao Miyazaki. È ambientato in un futuro post-atomico e racconta il viaggio di Conan e Lana per raggiungere l’isola dei bambini.

È considerato un capolavoro dell’Anime.


Lamù

Ragazzi, davvero dobbiamo raccontarvi chi è Lamù? Un’aliena sexy e leopardata, con due inconfondibili cornetti che spuntano dai capelli verdi, innamorata del terrestre Ataru Moroboshi, uno studente del liceo imbranato e pasticcione di cui è gelosissima. Le sue scariche elettriche per punire le scappatelle di Ataru rimarranno per sempre nel nostro immaginario.


Occhi di gatto

Un’altra icona sexy sono le tre sorelle di Occhi di Gatto, abilissime ladre di quadri che lavorano sotto copertura in un ristorante di giorno e di notte saccheggiano i musei per recuperare le opere del loro defunto padre.
Ve la ricordate la sigla, vero? O O O… Occhi di gatto.


Daltanius

E veniamo al primo robottone: Daltanius.

Ve lo ricordate? All’inizio c’erano 5 leoni robot guidati dai cinque inconfondibili personaggi tipici di tutti i cartoni di robot: il figo, il meno figo, la ragazza, il bambino e il grassone. Poi, alla bisogna, i cinque leoni si univano per formare il robottone che all’inizio sembrava dover essere sconfitto e poi vinceva sempre.


Yattaman

Risate a crepapelle con Yattaman e con le battaglie psichedeliche tra i due bellissimi difensori della pietra dokrostone e la scalcagnata banda di Miss Dronio. A rivederlo oggi viene da chiedersi cosa diavolo si fumassero gli autori prima di scrivere le puntate.


Ken il guerriero

No, davvero. Su Ken il guerriero non diciamo niente. Se non lo avete visto da bambini, dovete assolutamente recuperarlo.


Holly e Benji

Il portiere e l’attaccante Holly e Benji sono sicuramente i due calciatori giapponesi più famosi al mondo. Campi da calcio infiniti che con la loro curvatura dimostravano come infondate le teorie dei terrapiattisti e dubbi esistenziali col pallone ai piedi. Un cartone animato che nessun ragazzino poteva ignorare.


La signora Minù

La dolce e simpatica Signora Minù, grazie al suo cucchiaino riusciva a rimpicciolirsi e a risolvere i problemi della fauna e della flora del giardino di casa sua. Un cartone divertente e tenero che abbiamo amato tantissimo.


Daitarn3

Sì, lo so. Lo chiamavamo Daitan e non Daitarn ma poco importa.
Lui era il robottone più comico e sconclusionato e soprattutto aveva una mossa infallibile che alla fine gli permetteva di sconfiggere i Meganoidi.
Qual era il suo segreto: beh, l’energia del sole.


Gigi la trottola

L’abbiamo lasciato per ultimo apposta perché con Gigi la trottola siamo nel campo della mitologia: un tappetto di mezzo metro, campione in tutti gli sport e soprattutto grande estimatore delle mutandine bianche delle sue compagne di classe. La sua inconfondibile risata ci rimarrà per sempre nel cuore.

Eccoci giunti alla fine. L’unica cosa che dovete fare per guardare gratis per un mese questi e altri cartoni che hanno segnato la vostra infanzia è cliccare su questo link e seguire le istruzioni per iscrivervi ad Prime Video. Alla fine del mese di prova potrete tranquillamente scegliere di continuare a guardare o interrompere l’iscrizione.

Che ne dite? Ce la farete a guardarli tutti in 30 giorni?